Gli originali arrosticini abruzzesi

Vorrei  parlarvi del piatto tipico abruzzese più apprezzato in Italia ed all’estero: gli arrosticini. Non si può visitare l’Abruzzo senza provare gli originali arrosticini abruzzesi…sarebbe come andare a Barcellona e non provare la paella!

arrosticini abruzzesi 

Sono degli spiedini a base di carne tipicamente di pecora. La carne di ovino va tagliata a cubetti piccoli della grandezza di circa 1 cm i quali vengono infilati a mano in spiedini di legno della lunghezza che varia dai 25 ai 30 cm (la parte con la carne è lunga circa 10 cm). Un elemento importante nella preparazione è l’inserimento di cubetti di grasso insieme alla carne magra, infatti il grasso sulla brace si scioglie ammorbidendo ed arricchendo di sapore l’arrosticino. Questo prodotto all’apparenza sembra un semplice spedino ma nasconde dietro una tradizione ed un’arte che lo rendono difficilmente imitabile. Gli arrosticini sono come abbiamo visto un piatto molto semplice ma necessitano, per essere cucinati nel modo corretto, di un attrezzo dedicato chiamato in abruzzese la furnacell o fornacella in una versione italianizzata.

La fornacella ha una forma che sembra un canale della grondaia con quattro piedi, il canale allungato contiene la brace ed ha una larghezza di poco superiore ai 10 cm in modo che gli spiedini possano essere poggiati sopra e solo la carne rimanga sulla brace.

La fornacella per gli arrosticini abruzzesi

La brace si prepara come una qualsiasi brace con la classica carbonella e si utilizzano l’alcool o prodotti specifici per alimentare al meglio la fiamma che deve essere sempre non ad alta intensità per evitare di seccare troppo la carne. Una volta sistemati gli arrosticini sulla brace vanno girati di tanto in tanto e verso la fine va aggiunto solo il sale. Il tempo di cottura varia in funzione del tipo di fiamma, della carne e delle preferenze di chi li mangia, tipicamente gli arrosticini non vanno fatti seccare ed il “talento” di chi li cucina deve garantire la perfetta cottura che mantenga la carne morbida, succosa e cotta!

Vi aspetto qui in Abruzzo per assaggiarli… vi assicuro che ne varrà la pena!

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s